News

Comunicazioni Sociali

  • Convocazione Assemblea Ordinaria anno 2020
    Ai soci della Associazione Sportiva Dilettantistica Cicloturistica Portogruarese. La prevista Assemblea Ordinaria per l'anno 2020 si terrà giovedì 16 luglio 2020 alle ore 20.45.

Prossime Attività

  • COMUNICAZIONE AI SOCI
    Con l'ordinanza Regione Veneto del 26 giugno 2020 è ora possibile l'attività sportiva "di contatto" e quindi, per analogia, anche l'attività' ciclistica in gruppo. Vi sono prescrizioni generiche relative alla necessita' di igienizzare mani e distanza di 2 (due) metri tra atleti (almeno per sport in bicicletta che non prevedono…

CT PORTOGRUARESE, CICLISMO E AMICIZIA DAL 1974

Vittorio Longato, Antonio Michielon e Bruno Brunzin

La Cicloturistica Portogruarese è una società fondata il 9 novembre 1974 a Portogruaro su iniziativa di otto portogruaresi appassionati del pedale. La finalità dell'associazione è promuovere l'utilizzo della bicicletta, declinato in forme diverse: cicloturistica, agonistica, ludico ricreativa. L'attività della Ct Portogruarese è imperniata sul calendario sociale, ideato ogni anno dal consiglio direttivo in carica, con il contributo dei soci. Parallelamente al calendario sociale coesistono prove agonistiche a libera partecipazione, denominato Trofeo sociale dei campioni. L'attività prevede le uscite sociali organizzate direttamente dalla società, ma anche la partecipazione ad altri eventi, come ciclo raduni, gran fondo e randonnèe. Proprio quest'ultimo tipo di manifestazioni, cicloturistiche su lunghe distanze, sono diventate il tratto caratterizzante della CT Portogruarese, che dall'inizio degli anni Duemila organizza la randonnèe Città di Portogruaro, in calendario il primo maggio. La società è anche nel gruppo fondatore del calendario Girorando nel Nord Est, serie di randonnèe che si tengono in Veneto, Friuli Venezia Giulia e Trentino. L'ambiente della Ct Portogruarese, informale e familiare, favorisce l'amicizia e la condivisione di esperienze sportivo-ricreative tra i soci, liberi di vivere il ciclismo secondo le attitudini di ciascuno di essi.