Randonnee - Cicloturistica Portogruarese

Vai ai contenuti

Menu principale:

CSS Mac Dock
home chi siamo direttivo randonè la voce contatti
 
 
Untitled
You need to upgrade your Flash Player or to allow javascript to enable Website menu.
Get Flash Player

      Randonnèe 2018
e
GIRORANDO

 
 
 
 
 
Anche quest'anno, partenza ed arrivo in gran stile nel velodromo di Portogruaro!
Per completare i 130, 200 e 80 Km in MTB, giro di pista nel velodromo "PierGiovanni Mecchia", come alla Parigi - Roubaix






































Notizie Tecniche:

Dalle 8.00 / 9.00
Partenza 200 Km

Dalle 8.30 / 9.30
Partenza 130 Km
Dalle 9.30/10.00
Partenza 80Km


Costo:

    
 15€ fino
al 30/04 compreso
    N.B.
15 € FINO AL
27/04 CON
ISCRIZIONE
VIA INTERNET

  
   20€
il giorno 01/05

  

Quando e
dove iscriversi ?


Giovedi 26

dalle 21.00 alle 22.30
Sabato 28
dalle 16.00 alle 19.00
Lunedi 30
dalle 20.00 alle 22.30
Martedi 01
dalle 6.30 alle 7.30
presso sede:
CT PORTOGRUARESE
via stadio 5
Portogruaro

FILE UTILI:

Roadbook 200 km

Roadbook 130 km
Roadbook   80 km

Gpx200Km
Gpx130Km
Gpx80Km

Iscrizione 200/130 km
Iscrizione 80 Km

 

                             

      Randonnèe "Città di Portogruaro"                                                                               
 Km 200  e Km 130
e Km 80 in MTB
   01 Maggio 2018

Solo la 200 km è valida come brevetto Audax

con il Patrocinio del Comune di Portogruaro
  

 
  




Ecco come iscriversi:

dal sito Audax , seguendo le istruzioni riportate nel sito, ricorda che puoi fare gratuitamente la RandoCard
oppure    CLICCA QUI  per il modulo da 200/130Km,  CLICCA QUI  per il modulo da 80Km della RandoMTB

 

se vuoi risparmiare tempo puoi pagare tramite PAY PAL o fare il versamento dell'iscrizione intestato a:

Cicloturistica Portogruarese
BANCA INTESA SAN PAOLO, via Roma, Portogruaro  (VE)  
codice IBAN : IT76 Y030 6936 2431 0000 0007 742


Per i pagamenti tramite bonifico bancario e PAY PAL è obbligatorio specificare nella causale i dati dell’iscritto o degli iscritti.
Per le iscrizioni eseguite mediante bonifico bancario, deve essere inviato il modulo di iscrizione e la ricevuta di pagamento all'indirizzo mail:
cicloturisticaportogruarese@gmail.com,  oppure presentando i  relativi moduli al momento del ritiro del cartellino.



200 Km
clicca e collegati alla pagina ufficiale di audaxitali.it
clicca e scopri il percorso
scarica il Roadbook





RANDONNE'E CITTA' DI PORTOGRUARO
01 MAGGIO 2018
SELLA CHIANZUTAN, MONTE RAGOGNA E CLAUZETTO


Quella del primo maggio 2018 sarà la randonnèe di Portogruaro più impegnativa degli ultimi anni. Il dislivello supera in abbondanza i duemila metri, anche se le pendenze più dure riguarderanno solo l'ascesa al Ragogna da Muris. Andiamo per ordine. Il via da via Stadio, a Portogruaro, puntando la direzione nord. Passaggio per Portovecchio, Bagnarola, San Vito al Tagliamento (17 km), Casarsa, Valvasone, Spilimbergo (40 km). Da qui l'altimetria varia in modo più significativo, proponendo salite tenue da Valeriano e Pinzano al Tagliamento. Si entra in Val D'Arzino, l'area geografica più significativa della nostra randonnèe di quest'anno. Si sale a tornanti fino ad Anduins (59,8 km, quota 318 metri) e da qui si separano i percorsi: il medio fondo svolta a sinistra per Clauzetto, il brevetto rando da 200 punta il  nord. Ecco San Francesco, da dove parte la vera e propria salita alla Sella Chianzutan,  quasi 11 km, con una pendenza media del 5,3%, massima 9%. All'83° km eccoci in Sella CHianzutan, quota 950 mt, tetto della nostra fatica. Poi giù in Carnia, ma la discesa, dopo soli 3 km, cambia a sorpresa. Si svolta a destra: è un'inversione a U che ci porta su strade sconosciute, appartate, ad attraversare il lago di Verzegnis (88-89 km), dove sarà allestito il controllo e il ristoro. Alla fine della discesa ecco il Tagliamento, che seguiremo in discesa verso Cavazzo e il lago omonimo, che lambiremo su sponda destra. Si susseguono Alesso, Avasinis, Peonis e Cornino. Poi il ponte sul Tagliamento e davanti a noi si profila il panettone del Monte di Ragogna, che scaleremo da Muris al 124° km. Sono solo 2,8 km, ma con una pendenza media dell'11%. Qui passerà anche il Giro d'Italia di quest'anno, nella tappa San Vito-Monte Zoncolan. Tornando a noi, dopo il culmine del Ragogna a oltre 400 metri, discesa, di nuovo ponte sul Tagliamento e siamo ancora a Pinzano, e riprendiamo a salire sulla stessa strada dell'andata. Pedaliamo in scalata fino ad Anduins e poi giriamo a sinistra, come aveva fatto prima il percorso medio fondo. Al 147° km eccoci a Clauzetto, nella parte alta del paese, presso l'area verde dove è collocato il cippo commemorativo della Ct Portogruarese, e il controllo con ristoro. Da qui a casa sono 60 chilometri senza asperità alcuna, ma la fatica accumulata si farà sentire. Rispetto all'andata una sola piccola variante: dopo Valvasone si tiene la sinistra per zona industriale Torricella, da dove raggiungeremo San Vito, evitando stavolta Casarsa. Poi tutto come all'andata fino all'arrivo dopo 208 km e 2400 metri di dislivello.




130 Km
clicca e collegati alla pagina ufficiale di aidaxitali.it
clicca e scopri il percorso
scarica il RoadBook





LA RANDO CORTA...........
UNA SAGAMBATA ALLA PORTATA DI TUTTI FINO AL "BALCONE DEL FRIULI"


Il percorso cicloturistico dell'1 maggio 2018 di 126,5 km e 900 metri di dislivello propone l'ascesa a Clauzetto dalla Val D'Arzino, salendo da Spilimbergo, Pinzano, Anduins. Partiamo dallo start, in via Stadio a Portogruaro. Percorso uguale al brevetto da 200 km per quasi 60 km, ovvero fino ai 320 metri di quota di Anduins. Prima graduale avvicinamento alle prealpi carniche sull'asse Portovecchio, Savorgnano, San Vito, Casarsa, Valvasone, Spilimbergo (40 km). Da qui la monotonia della pianura lascia spazio ai colli e alle prime salite, passando per Valeriano e Pinzano al Tagliamento. Il salto altimetrico più consistente da  Casiacco, che lasceremo salendo a tornanti per 2,5 km fino ad Anduins: qui giriamo a sinistra, mentre il giro lungo prosegue dritto. Proseguiamo in ascesa per altri 5 km, prima passando per Vito d'Asio, e poi raggiungendo la parte alta di Clauzetto, intorno ai 580 metri. Al 66° km ristoro e controllo presso l'area verde che ospita il cippo commemorativo della Ct Portogruarese. Le asperità sono finite: fino a Portogruaro sono 60 km, scendendo per la Val Cosa, Vacile, Spilimbergo. Stesse strade dell'andata, fatta eccezione per una variante tra Valvasone e San Vito, che ci permetterà di scansare Casarsa e San Giovanni. L'arrivo in via Stadio a Portogruaro dopo 126 km.





80 Km
Prova RandoMTB
clicca e collegati alla pagina ufficiale di  audaxitali.it
clicca e scopri il percorso
scarica il Roadbook





Il percorso di 80 km sarà su strade secondarie asfaltate e bianche e qualche km campestre.
Si passerà  per boschetti, Valli, Casoni e nel lungomare della selvaggia Brussa.
  
                                                             

Da Portogruaro sulla ciclabile del Lemene si arriverà a Concordia Sagittaria, da quì su strade asfaltate e campestri si arriva in loc. Cavanella, dove attraversato il ponte di ferro ci si avvia verso la Franzona. Si ritorna su strada bianca attraversando la SP ritornando sulla ciclabile del Lemene con passaggio nel bosco Lame. Superato il ponte sul Lemene arriviamo a Sindacale su asfalto fino a via Villaviera dove prendiamo lo sterrato e con passaggio sul bosco Viola arriviamo all'ingresso della Valle Zignago (Privata). Percorreremo 8 bellissimi km dentro un paradiso, poi usciamo dalla Valle Zignago per fare un giro della Penisola in Val Perera dove ad un classico Casone Veneto ci sarà il primo posto di controllo. Ritorniamo indietro per girare sulla destra e sopra l'argine prima, e su stradoni campestri poi, arriviamo al ponte della Brussa. Giù dal ponte si gira a destra per percorrere tutto il giro dell'argine arrivando in vista di Caorle e passando su un percorso tra acqua e canetti arriviamo alla pineta che percorreremo per circa due km prima di attraversarla e arrivare nella Selvaggia spiaggia della Brussa (portatevi il costume che magari ci scappa un bagno). Secondo controllo e ristoro sulla spiaggia che seguiremo a filo acqua per due km e ritornare sulla ciclabile che ci porterà sul percosro di andata su argini e strade bianche al terzo controllo nel Bar al cacciatore da Mauro (ex Oddo). Da qui si alternerano tratti tra asfalto e sterrato fino ad arrivare alla periferia di Portogruaro sulla pista ciclabile azzurra con finale passaggio per il bellissimo centro della città e GRANDE arrivo nel VELODROMO P.G. Mecchia.  




Scarica il regolamento A.R.I. AUDAX RANDONNEUR ITALIA



                                                        Ecco la cartina per trovarci
                                    






 
 
Torna ai contenuti | Torna al menu