Come inscriversi :


  1. iscrizioni on-line dal sito www.audaxitalia.it , seguendo le istruzioni riportate. 

Come si paga : 


  • TRAMITE PAYPAL ( sul sito AUDAX ) o BONIFICO con:
  • Versamento intestato a :
    Cliclistica Portogruarese
    BANCA INTESA SAN PAOLO,
    via Roma, Portogruaro  (VE)  
    codice IBAN : IT76 Y030 6936 2431 0000 0007 742

N.B. Per i pagamenti tramite bonifico bancario e PAY PAL è obbligatorio specificare nella causale i dati dell’iscritto o degli iscritti.

 

 

Notizie Tecniche:


Le partenze - onde evitare assembramenti - saranno libere dalle ore 6.00 alle ore 12.00 di sabato 1 e domenica 2 maggio 2021.

Costo:   

€ 10,00 


 

Quando e dove iscriversi ?

Iscrizioni solamente on-line utilizzando il sito www.audaxitalia.it

 


 

 
 
  • Randonnèe 2021

    RANDONNE'E CITTA' DI PORTOGRUARO

     

     

    1 MAGGIO 2021

     

    I PERCORSI

    Brevetto Ari Audax Km 204 , dislivello 1600 m.

    Il giro è anti orario e da Portogruaro muove attraverso i comuni di Pramaggiore, Chions, Pasiano, Brugnera, Sacile.

    Dal centro di Caneva (47. Km controllo con QR Code all’Arnica Bar Gelateria ) inizia a muoversi l'altimetria, con lo strappo delle conche  e quello del Belvedere in comune di Cordignano continuando verso Vittorio Veneto passando per Sarmede e Cappella Maggiore.

    Da Serravalle inizia la risalita della Val Lapisina sulla S.S. di Alemagna, 13 km di ascesa molto pedalabili, fino allo scollinamento sulla Sella di Fadalto. In seguito la breve discesa e l'accostamento al lago di Santa Croce, a nord del quale l'itinerario si innesta su strette e amene piste ciclabili fino alle porte di Ponte nelle Alpi. Da qui a Pian di Vedoia ciclisti proseguono per un breve tratto sulla strada principale. Il ponte sul Piave ripropone strade ciclabili appartate e godibili passando per Soverzene, Provagna, Dogna, Codissago. Siamo accanto a Longarone e da qui parte la salita, altrettanto gradevole dei quella del Fadalto, che conduce in 7-8 km ad Erto. Poco prima attraversamento delle gallerie semaforizzate, dopo le quali si spalanca sulla destra la famigerata diga del Vajont, che ci riporta alla memoria il disastro del 9 ottobre 1963.

    Ad Erto sono passati 113 km e quasi tutto il dislivello, al quale andrà aggiunto un ulteriore tratto di salita dolce, fino al passo Sant'Osvaldo (117 km), tetto della randonnèe con i suoi 837 metri di quota. Da qui si propone la tortuosa e umbratile Valcellina: ci vorranno ben 30 km per uscirne, a Montereale (148. Km controllo QR Code al Bar Pizzeria Miami).

    Si pedala in discesa forte soltanto fino a Cimolais, poi è discesa sì, ma molto blanda, spesso annullata dal vento contrario che caratterizza la valle nella seconda parte della giornata. Da Montereale a Portogruaro ci attendono altri 56-57 km, i più apprezzabili nel tratto fino a San Foca, passando per la lunga via Partidor, un "quasi" ciclabile, con il Meduna in basso sulla sinistra e una galleria di alberi ad accompagnarci.

    Conto alla rovescia per San Quirino, Cordenons (laborioso attraversamento del caotico centro), Fiume Veneto, Bannia, Taiedo, Sesto al Reghena, Giai e l'arrivo a Portogruaro.

    Percorso cicloturistico Km 134,5 , dislivello 550 m.

    Si sovrappone il precedente fino a Caneva, ( 47. Km controllo con QR Code all’Arnica Bar Gelateria )  dal quale si separa per innestarsi sull'intera Pedemontana pordenonese, lunga circa 30 km fino a Montereale Valcellina ( 77. Km controllo QR Code al Bar Pizzeria Miami ).

    Un susseguirsi di saliscendi, con generale presa di quota: a Montereale l'incontro con il percorso lungo, al quale tornerà a sovrapporsi fino all'arrivo.

    Le partenze, per evitare, assembramenti saranno libere dalle 6.00 alle 12.00 di sabato 1 e domenica 2 maggio 2021, dalle 6.00 alle 12.00.